Al via uno studio di fattibilità per abbattere ferro e alluminio dall’acqua

Redazione

Cronaca - Gangi

Al via uno studio di fattibilità per abbattere ferro e alluminio dall’acqua
Lo studio, affidato all'ingegnere Salvatore Nicosia, è propedeutico alla realizzazione di un impianto specializzato

Al via uno studio di fattibilità per abbattere ferro e alluminio dall’acqua

13 Ottobre 2019 - 17:40

A seguito dei rilievi che, con particolare frequenza nel corso dello scorso inverno e nei mesi successiva hanno fatto riscontrare una forte concentrazione di ferro ed alluminio nell’acqua erogata dalla rete idrica del Comune di Gangi, l’amministrazione comunale, al fine di dare seguito alla realizzazione di un impianto di trattamento dell’acqua che consenta di riportare i valori dei due elementi entro i limiti di legge,

ha affidato all’ingegnere Salvatore Nicosia l’incarico per la redazione dello studio di fattibilità, propedeutico alla progettazione dell’impianto necessario all’abbattimento delle concentrazioni di ferro e allumino nell’acqua potabile erogata dal serbatoio comunale. L’incarico è stato affidato a seguito di trattativa privata, per un importo complessivo di € 2604 (IRAP a carico dell’Ente inclusa).

Altre notizie su madoniepress

Autorizzazione del Tribunale di Termini Imerese N. 239/2013

Direttore Responsabile Giorgio Vaiana

Condirettore Responsabile Michele Ferraro

redazione@madoniepress.it