Teresa Mannino torna a Palermo: risate assicurate con “Sento la terra girare”

Mirella Mascellino

Eventi - Al Politeama

Teresa Mannino torna a Palermo: risate assicurate con “Sento la terra girare”
Dopo Catania e Marsala, appuntamento a Palermo, giovedì 7 novembre, alle ore 21

Teresa Mannino torna a Palermo: risate assicurate con “Sento la terra girare”

03 Novembre 2019 - 10:16

Dopo Catania e Marsala, Teresa Mannino, ritorna a Palermo, giovedì 7 novembre, al Teatro Politeama, alle 21 col suo spettacolo “Sento la terra girare“, ispirato alla sua amata Sicilia. Dopo il tutto esaurito della scorsa stagione, tre serate sold out al Teatro Biondo nel dicembre dello scorso anno, adesso la Mannino ritorna, a grande richiesta. L’ultima tappa siciliana sarà l’8 novembre a Barcellona Pozzo di Gotto al Teatro Mandanici.

La comica palermitana, di origini madonite, è dunque tornata a far ridere nuovamente la sua terra, nei teatri siciliani, con la solita irriverenza e dopo Catania e Marsala è la volta del capoluogo. Uno show scritto con Giovanna Donini, che vede la Mannino alla regia. L’artista vive chiusa in un armadio per mesi o anni ed un bel giorno, però decide di uscire: apre le ante e un piccolo raggio di luce artificiale la acceca, esce e prova ad aprire gli occhi, li apre e legge che il principe Harry si sta sposando e che l’asse della terra si sta spostando. Decide allora di buttarsi stranamente sulla notizia meno glamour. “Com’è possibile che l’asse terrestre stia variando?” si chiede.

“Finché sparisce la primavera, cambiano le stagioni, ma l’asse della Terra… Pare che, a causa dello scioglimento dei ghiacci, i Poli diventino più leggeri e l’asse si sposti – si domanda perplessa l’attrice – Come quando, al parco, il compagno strafottente che hai di fronte scende all’improvviso dal dondolo e ti fa cadere giù. Bastardo”. La Mannino legge la realtà, dunque, legge che le cose stanno cambiando in modo radicale e velocissimo: gli animali si estinguono a un ritmo allarmante, come quando sono spariti i dinosauri, 66 milioni di anni fa. Nel mare ci sono più bottiglie di plastica che pesci, sulle spiagge più tamarri, che paguri. Legge che non c’è più acqua da bere e aria da respirare.

Ma la prova che qualcosa di epocale stia accadendo, arriva quando vede la pubblicità del filo interdentale per cani. “Segno certo – pensa- che stiamo per estinguerci al ritmo di zumba. Ma si parla sempre d’altro, di posteggi per mamme etero, di tablet a scuola, di ascolti televisivi, di fake news e di bonus bebè”. Fuori dall’armadio, ovvero nella realtà, Teresa scopre che il mondo va a rotoli…. “rotoli di carta igienica”. La nostra Teresa, one woman show, cerca così delle strategie: non usa più rotoli, di nessun tipo, chiude l’acqua mentre si insapona, tiene spente le luci dell’albero di Natale, vende la macchina e si crea un orto sul balcone. Ma tutto questo servirà a migliorare la situazione del pianeta, si chiede, o le complicherà solo la vita? Una Teresa Mannino, ancora una volta, da non perdere, che dà prova di essere, non solo una grande attrice comica, ma un’intellettuale al passo coi tempi e coi problemi del pianeta. Di sicuro, sane e pensanti risate, saranno garantite.

Altre notizie su madoniepress

Autorizzazione del Tribunale di Termini Imerese N. 239/2013

Direttore Responsabile Giorgio Vaiana

Condirettore Responsabile Michele Ferraro

redazione@madoniepress.it