La Novena di Natale è “social”: ecco “Viaggiu dulurusu” dei Lorimest

Redazione

Cronaca - Castelbuono

La Novena di Natale è “social”: ecco “Viaggiu dulurusu” dei Lorimest
Le attuali misure per il contenimento del Covid non consentono la tradizionale formula itinerante per le edicole votive del paese

La Novena di Natale è “social”: ecco “Viaggiu dulurusu” dei Lorimest

11 Dicembre 2020 - 17:07

L’associazione culturale Lorimest di Castelbuono, anche quest’anno, darà vita alla tradizionale Novena di Natale, ma con una una versione originale e riveduta. Le attuali misure normative per il contenimento della pandemia non consentono di riproporre la tradizionale formula itinerante per le edicole votive del paese.

I moderni strumenti tecnologici e i social possono comunque ovviare e far sì che la tradizione possa essere rinnovata ed eternata. Tutte le sere, a partire dal prossimo 16 dicembre e fino alla Vigilia, alle ore 19.30 sulla pagina Facebook dei Lorimest verrà trasmessa la Novena 2020.

Grazie al contributo fotografico e al montaggio video di Angelo Cucco, alle voci narranti di Luciana Cusimano, Giuseppina Palumbo, Maria Angela Pupillo, Stefania Sperandeo e alle musiche interpretate dai Maestri Alessandro Barrovecchio ed Emanuele Antista al violino e da Giuseppina Palumbo alla chitarra, il pubblico collegato da casa sarà guidato virtualmente per le edicole votive castelbuonesi, nel Viaggiu dulurusu di Maria santissima e lu patriarca San Giuseppi in Betlemmi, in lingua siciliana, composto da Binidittu Annuleru (prete della diocesi di Monreale) ed estratto da un libretto del 1770 rinvenuto a Castelbuono, pubblicato dai Lorimest nel 1993.

“Queste Festività così particolari, nel loro dispiegarsi e svolgersi, vanno sapute vivere dando senso a ogni momento – spiegano gli organizzatori -. Da parte dei Lorimest e dai nuovi compagni prestati a questo insolito viaggio, poetico e folklorico, questo contributo rappresenta un volerci essere come presenze nonostante tutto, voci, immagini e note che perpetuano la più grande storia di tutti i tempi, portatrice di tradizioni e memoria, che sa caricarsi di nuova linfa e attingere risorse dall’inatteso. Da ogni momento critico vanno sapute cogliere le opportunità. Questo momento di stallo obbligato serva come occasione per custodire la Memoria documentandola”.

É soprattutto in periodi come questo che la tradizione va rinnovata per non essere interrotta e andare dispersa. Un progetto che vuole essere un dono per tutta la Comunità da ascoltare, conservare, custodire, diffondere, tramandare. “In un tempo – aggiungono i Lorimest – che ha sospeso ogni abitudine e certezza possa restare il Bene che ciascuna energia e pensiero speso sa partorire”. Appuntamento, dunque, da mercoledì 16 dicembre, ogni sera per nove sere, alle 19.30 sulla pagina Facebook dei Lorimest (CLICCA QUI).

Altre notizie su madoniepress

Autorizzazione del Tribunale di Termini Imerese N. 239/2013

Direttore Responsabile Giorgio Vaiana

Condirettore Responsabile Michele Ferraro

redazione@madoniepress.it