Serie A, il Tardini ospita Parma-Torino

Redazione

Sport - Calcio

Serie A, il Tardini ospita Parma-Torino
Lo stadio Tardini vedrà scendere in campo due squadre storiche della Serie A

Serie A, il Tardini ospita Parma-Torino

27 Dicembre 2020 - 09:18

La prima partita del 2021 che andrà in scena al Tardini sarà quella tra Parma e Torino. Anno nuovo, ambizioni nuove, ma anche sorprese tenute in serbo dal mercato. In quest’ottica gli scommettitori potrebbero trovare utile una guida ai nuovi sistemi scommesse sul calcio, una tipologia di scommessa molto cara agli amanti del betting. Lo stadio Tardini vedrà scendere in campo due squadre storiche della Serie A, che in questo momento non stanno attraversando però un bel periodo, ma che sono assolutamente pronte a darsi battaglia. Difficilmente una delle due compagini riuscirà ad alzare l’asticella degli obiettivi stagionali ponendola al di là della semplice lotta per la salvezza. I ducali segnano davvero poco, mentre i granata sono stati molto sfortunati in alcune singole partite, dalle quali non hanno ricavato nemmeno un punto. Basti pensare al derby della Mole, quando gli uomini di Giampaolo sono stati rimontati solo nell’ultimo quarto d’ora.

Nonostante avesse ottenuto risultati discreti nelle ultime annate, Roberto D’Aversa è stato sollevato dall’incarico di guidare il Parma, che nel giro di sole due stagioni aveva condotto dalla Lega Pro alla Serie A. A prendere il suo posto è stato dunque Fabio Liverani, paradossalmente fresco di retrocessione con il Lecce. I crociati hanno avviato la stagione con una sconfitta casalinga contro il Napoli, dunque hanno vinto con il Verona prima di perdere a Udine e pareggiare con lo Spezia neopromosso. Dopo altri due pari con Inter e Fiorentina sono arrivate la sconfitta con la Roma e la vittoria sul Genoa. Di recente il Parma ha rischiato il colpaccio a San Siro di fronte al Milan capolista, ma è stato agguantato negli ultimi minuti grazie a uno strepitoso Theo Hernandez.

Il Torino, invece, ha fatto incetta di k.o. tra settembre e ottobre, ottenendo il primo solo alla quinta giornata, in casa del Sassuolo. Ancora oggi i granata rimpiangono la sconfitta rimediata in extremis all’Olimpico, contro la Lazio. Nonostante 3 giorni dopo sia arrivata la prima vittoria contro il Genoa, i piemontesi hanno faticato enormemente a ritrovarsi e hanno perso anche tra le mura amiche contro l’Udinese. Sin dall’inizio del campionato Giampaolo sembrava il maggior indiziato per essere il primo tecnico esonerato in questa stagione, invece Iachini è riuscito a precederlo, lasciando la Fiorentina nelle mani di Prandelli. La situazione è chiaramente delicata e Cairo non vuole rischiare la retrocessione per l’ennesima volta.

A dispetto dei risultati scarni, le rose delle due squadre contemplano comunque giocatori di tutto rispetto. Sepe ha fatto esperienza tra i pali ed è stato scelto tranquillamente come numero 1 del Parma, che in difesa può contare su un elemento interessante come Gagliolo. Kurtic e Kucka sanno come segnare e in avanti la velocità di Gervinho rende sempre la manovra imprevedibile. Tra le file del Torino, invece, si trovano diversi nazionali azzurri come Sirigu, Belotti e Izzo, che però ha praticamente perso il posto.

Il solo “Gallo” non può portarsi sul groppone il destino di una squadra intera. Serve qualche guizzo in più di Verdi, ma soprattutto un rinnovato vigore da parte di Zaza, che tanto bene ha fatto nelle big in cui ha giocato. Nell’ultimo precedente disputato a Parma proprio Belotti lasciò il segno su rigore, ma i ducali vinsero per 3-2, pur fallendo un penalty. Come finirà questa volta?

Altre notizie su madoniepress

Autorizzazione del Tribunale di Termini Imerese N. 239/2013

Direttore Responsabile Giorgio Vaiana

Condirettore Responsabile Michele Ferraro

redazione@madoniepress.it