Palermo, la polizia dissequestra il club Lauria

Redazione

Palermo

Palermo, la polizia dissequestra il club Lauria
Il procuratore della Repubblica ha ordinato la restituzione dei locali al proprietario

Palermo, la polizia dissequestra il club Lauria

18 Gennaio 2016 - 00:00

Ieri pomeriggio, Agenti della Divisione di Polizia Amministrativa e Sociale della Questura di Palermo hanno dato esecuzione al decreto di restituzione di cose sequestrate emesso, il 5 febbraio, dal Procuratore della Repubblica Maurizio Bonaccorso, del Tribunale di Palermo, in accoglimento dell’istanza di revoca del provvedimento di sequestro amministrativo  disposto dal Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Palermo , il 20 gennaio nei confronti del presidente e legale rappresentante del  “Club Canottieri Roggero di Lauria”.

Il  Procuratore della Repubblica ha ordinato il  dissequestro e la restituzione di quanto sequestrato ritenendo che “non sussistano le condizioni per mantenere il bene sopra indicato in sequestro preventivo” e  che  “sia venuto meno il periculum insito nella libera disponibilità del locale da parte della persona sottoposta ad indagine, dell’occasionalità dell’evento segnalato dalla polizia giudiziaria, ma soprattutto della delibera adottata dal Consiglio Direttivo del Club Canottieri Roggero di Lauria l’1 febbraio con la quale è stata sospesa l’organizzazione di feste, manifestazioni o serate come quella riscontrata dagli operanti di polizia giudiziaria”.

La Divisione di Polizia Amministrativa e Sociale della Questura di Palermo, in data 31 gennaio, aveva dato esecuzione al  decreto di sequestro preventivo,  emesso dal  Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Palermo , il 20 gennaio dei locali del “Club canottieri Roggero Di Lauria”  a carico del titolare, nonché legale rappresentante, per aver tenuto un trattenimento danzante, aperto al pubblico,  senza il prescritto parere di agibilità della Commissione Comunale di Vigilanza dei Locali di Pubblico Spettacolo e la conseguente autorizzazione del Questore.

Altre notizie su madoniepress

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Commenta

Autorizzazione del Tribunale di Termini Imerese N. 239/2013

Direttore Responsabile Giorgio Vaiana

Condirettore Responsabile Michele Ferraro

redazione@madoniepress.it