Termini l’opposizione contro il sindaco Giunta: “Sulle tasse da recuperare valuti i modi”

Redazione

Cronaca

Termini l’opposizione contro il sindaco Giunta: “Sulle tasse da recuperare valuti i modi”

27 Ottobre 2017 - 14:11

“Appare chiaro che pagare imposte e tasse è un dovere.  Appare chiaro che i furbetti non possono essere protetti e tollerati. Appare poco chiaro come in soli pochi mesi ci si trasformi da sindaco della gente a sindaco dell’agente (di riscossione)”. Scrivono così i consiglieri comunali Salvatore Di Lisi, Vincenzo Fasone e Claudio Merlino sulla notizia che avevamo pubblicato anche noi (leggi questo articolo) del sindaco Giunta che ha dichiarato “guerra” ai morosi delle tasse anche tramite il prelievo coattivo sui conti correnti bancari e postali, il blocco dei beni mobili registrati ed esecuzioni immobiliari.

“Se è vero che un siffatto sistema potrebbe essere utile per colpire i furbetti allo stesso tempo rischia di mettere ulteriormente in ginocchio i nostri concittadini che se non pagano le tasse perchè in questo momento non hanno materialmente i soldi per poterlo farlo – dicono i consiglieri – In un momento di crisi economica come quello che viviamo dal 2009 le politiche di lacrime e sangue non porteranno alcun risultato per il Comune. Al contrario riteniamo che bisognerebbe mettere tutti nella possibilità di pagare invece di minacciare di mettere i cittadini alla berlina. Caro Sindaco i conti correnti sono vuoti! Una città in ginocchio ha ancor più bisogno di prospettiva, di visione, di rimettere in piedi circuiti virtuosi di crescita e sviluppo. Su questo aspetto però il Sindaco risponde: assente! Sappia la “sua gente” che la luna di miele è finita”.

Altre notizie su madoniepress

Autorizzazione del Tribunale di Palermo N. 621/2013

Direttore Responsabile Giorgio Vaiana

Condirettore Responsabile Michele Ferraro

redazione@madoniepress.it