Reddito di inclusione per le famiglie, anche a Cefalù sarà possibile fare richiesta

Redazione

Cronaca

Reddito di inclusione per le famiglie, anche a Cefalù sarà possibile fare richiesta

Reddito di inclusione per le famiglie, anche a Cefalù sarà possibile fare richiesta
09 Novembre 2017 - 18:27

Anche a Cefalù sarà possibile chiedere il passaggio dal SIA (servizio inclusione attiva) al nuovo Rei (reddito di inclusione). Il Rei è il nuovo sussidio contro la povertà. Verrà erogato dal gennaio 2018 sulla nuova Carta Rei. Vediamo a chi spetta, requisiti e importo, e come fare domanda per il reddito di inclusione.

LA NORMA
Il 29 agosto 2017 il Consiglio dei ministri ha dato il via libera definitivo al Reddito di inclusione sociale (Rei). E il 30 ottobre ne ha ritoccato alcuni parametri. Vediamo qali sono adesso le caratteristiche salienti del Rei. Il Rei andrà a sostituire il Sostegno all’inclusione attiva e l’assegno di disoccupazione Asdi. E diventerà così lo strumento unico nazionale di contrasto alla povertà e all’esclusione sociale.

COS’E’ E A CHI SPETTA
Partirà dal 1° gennaio 2018, e sarà composto di due parti. Un assegno mensile, che avrà un importo variabile secondo le dimensioni del nucleo familiare e altre variabili. E un progetto personalizzato di reinserimento sociale e lavorativo. Potranno accedere al Rei le famiglie con valore ISEE non superiore ai 6 mila euro, indicatore ISR non superiore ai 3 mila euro, patrimonio immobiliare, esclusa la prima casa, non superiore ai 20 mila euro. E un patrimonio mobiliare non superiore a 10 mila euro. Per il patrimonio immobiliare la soglia si riduce a 6 mila euro per i nuclei familiari composti da una persona e a 8 mila euro per i nuclei composti da due persone. Nella erogazione del reddito di inclusione sociale verrà data la precedenza alle famiglie con figli minorenni o disabili, donne in gravidanza e disoccupati con età superiore ai 55 anni. Il sussidio sarà caricato sulla Carta Rei, che sostituirà la Carta Acquisti. Metà dell’assegno potrà essere prelevato in forma di contante, e l’altra metà speso in negozi convenzionati. Sarà compatibile con alcune tipologie di situazione lavorativa. Ma non con altri sussidi per la disoccupazione, come ad esempio il Naspi, eventualmente goduti da altri membri del nucleo familiare. Sarà possibile richiedere il reddito di inclusione sociale dal 1° dicembre 2017 presso i “punti di accesso” che verranno organizzati dai Comuni. Secondo le stime del ministero, il Reddito di inclusione sociale potrà raggiungere 500 mila famiglie. E cioè circa 1,8 milioni di persone di cui 700 mila sono minori. Alla definizione del nuovo strumento di integrazione del reddito per le fasce più deboli ha contribuito anche l’alleanza contro la povertà, con cui il Governo aveva nei mesi scorsi firmato un apposito memorandum. L’alleanza contro la povertà è una rete di associazioni e sindacati nata nel 2013 che ha lo scopo di contribuire alla definizione di adeguate politiche pubbliche contro la povertà assoluta in Italia.

TRANSIZIONE SIA-REI
Dall’1 novembre la SIA non può più essere richiesta e, dall’1 dicembre sarà possibile richiedere la REI che poi partirà a Gennaio. Per chi non ha la Sia non ci sono problemi, si farà la domanda per il Rei e, se si hanno i requisiti, si percepirà il beneficio per 18 mesi. Per chi invece ha la Sia ci sono 2 soluzioni:
1) Chiedere la trasformazione da SIA a REI. In questo caso dalla durata massima di 18 mesi della rei verranno scalati i mesi già presi come sia. QUindi se prendete la sia da 6 mesi (esempio), prenderete la REI per 12 mesi
2) Continuare a prendere la SIA. In questo caso, una volta finiti i 12 mesi di SIA, potrete richiedere la REI che durerà però solo 6 mesi ovviamente. Proprio perchè la durata massima non deve superare i 18 mesi. Una volta passati i 18 mesi, sia nel primo caso che nel secondo caso, sarà necessario attendere 6 mesi per poter ripresentare la domanda. In ogni caso, se decidete di non passare subito al Rei, la vostra Sia si trasformerà e avrete gli stessi benefici della nuova carta: quindi dall’1 gennaio l’importo si adegua alle tabelle del REI e le carte saranno abilitate anche al prelievo allo sportello, per un massimo della metà dell’importo caricato ogni bimestre

REQUISITI PER ACCEDERE AL REI
ISEE MASSIMO € 6000
ISRE MASSIMO € 3000 (ISR DIVISO LA SCALA DI EQUIVALENZA)
PATRIMONIO IMMOBILIARE MAX € 20.000 (esclusa casa di abitazione)
PATRIMONIO MOBILIARE MAX € 10.000
NESSUN COMPONENTE CON NASPI
NESSUNA AUTO O MOTO ACQUISTATA NUOVA NEGLI ULTIMI 2 ANNI
PRESENZA DI UN MINORE OPPURE
PRESENZA DI UN DISABILE E DI UN SUO GENITORE OPPURE
PRESENZA DI UNA DONNA IN GRAVIDANZA OPPURE
PRESENZA DI UN DISOCCUPATO CON ALMENO 55 ANNI DI ETA’.

Per ulteriori informazioni ci si può rivolgere presso l’ufficio segretariato sociale del comune, 0921 924131 (Uff. Ass. Sociali), 0921 924136 (Uff. Solidarietà Sociale), servizi.sociali@comune.cefalu.pa.it.

Altre notizie su madoniepress

Autorizzazione del Tribunale di Palermo N. 621/2013

Direttore Responsabile Giorgio Vaiana

Condirettore Responsabile Michele Ferraro

redazione@madoniepress.it