Termini Imerese, aveva tentato il suicidio dopo lo sfratto: ora ha una nuova casa

Redazione

Cronaca

Termini Imerese, aveva tentato il suicidio dopo lo sfratto: ora ha una nuova casa

05 Ottobre 2018 - 15:27

Si era cosparso tutto il corpo di benzina, pronto a darsi fuoco per protestare contro lo sfratto, reso esecutivo per non aver pagato l’affitto. Mario Bellia, 63 anni, una vita dedicata al lavoro ed al volontariato, lo scorso mese di dicembre, in preda allo sconforto, aveva deciso di farla finita. Per fortuna l’uomo non ha portato a termine il disperato gesto ed ora, a quasi un anno da quel terribile giorno, torna a sorridere e sperare. Lui e la sua famiglia, grazie all’impegno del Comune di Termini Imerese ed all’associazione “Banca del Tempo Himerese”, tornano ad avere un tetto, una nuova casa. “Sono una persona onesta – ha dichiarato Mario Bellia in una intervista rilasciata al Giornale di Sicilia – abitavo in quella casa da 16 anni. E’ vero, le difficoltà economiche spesso mi avevano portato a non pagare l’affitto, ma quando potevo davo alla padrona di casa anche le mensilità arretrate. Adesso non posso che essere grato a Liborio Galbo ed alla sua associazione per esserci stati vicino”.

Altre notizie su madoniepress

Autorizzazione del Tribunale di Palermo N. 621/2013

Direttore Responsabile Giorgio Vaiana

Condirettore Responsabile Michele Ferraro

redazione@madoniepress.it