Geraci, bocciato emendamento sul pascolo nei terreni ad usi civici: “Negato bene comune”

Redazione

Cronaca

Geraci, bocciato emendamento sul pascolo nei terreni ad usi civici: “Negato bene comune”

Geraci, bocciato emendamento sul pascolo nei terreni ad usi civici: “Negato bene comune”
10 Ottobre 2018 - 19:45

In merito al Consiglio Comunale di ieri sera, i consiglieri del Gruppo Uniamo Geraci Gaetano Scancarello,  Maria Carmela Farinella e Antonio Corradino esprimono  “ancora una volta rammarico per il comportamento della maggioranza consiliare del gruppo Geraci Bene Comune e dell’Amministrazione Comunale, che boccia un emendamento di buon senso e di pari trattamento proposto dal nostro gruppo al regolamento per l’autorizzazione al pascolo a favore di tutti gli allevatori di Geraci nell’utilizzo per il pascolo dei Terreni Demaniali della Montagna gravati dagli usi civici”.

“Abbiamo presentato l’emendamento – spiegano i consiglieri di “Uniamo Geraci” – nella considerazione che l’uso civico del pascolo è un diritto di godimento collettivo spettante a tutti i membri di una comunità, e non soltanto ad una parte di essi; riteniamo opportuno favorire il rilascio delle autorizzazioni al pascolo a tutte le aziende che hanno prodotto regolare istanza, verificata dagli uffici competenti. Inoltre, essendo a conoscenza delle difficoltà incontrate negli anni passati nel poter soddisfare tutte le richieste avanzate per la concessione dei terreni demaniali a uso pascolo, con questo emendamento volevamo garantire a tutte le aziende zootecniche locali il diritto all’uso civico del pascolo”.

“Il comune – si legge nell’emendamento – a mezzo l’ufficio competente, provvederà al rilascio delle autorizzazioni a tutti i richiedenti che produrranno regolare istanza entro i termini di cui al precedente articolo 5, autorizzando se è il caso una minore quantità di terra, proporzionalmente al numero di capi e specie possedute, in relazione alle superfici disponibili per il pascolo, al netto di tare rilevabili dal sistema Gis”.

“Inoltre – aggiungono i consiglieri – per quanto riguarda la modifica al regolamento per l’autorizzazione al pascolo nei terreni gravati da usi civici proposta dal gruppo di maggioranza (art,1: viene eliminato il requisito dei 5 anni di residenza per poter avere l’autorizzazione al pascolo), è stata comunque votata dal nostro gruppo consiliare, nello spirito di collaborazione che ci contraddistingue e nella volontà di salvaguardare e garantire la categoria dei pastori, che molto ci sta a cuore. Rimane il rammarico per l’occasione persa di poter dare a tutti i pastori geracesi eguali diritti”.

Altre notizie su madoniepress

Autorizzazione del Tribunale di Palermo N. 621/2013

Direttore Responsabile Giorgio Vaiana

Condirettore Responsabile Michele Ferraro

redazione@madoniepress.it