Polizzi non dimentica Monsignor Nunzio Forti, il prete di tutti

Redazione

Cronaca - Polizzi Generosa

Polizzi non dimentica Monsignor Nunzio Forti, il prete di tutti
Oggi ricorre il sedicesimo anniversario della morte dell'Arciprete

Polizzi non dimentica Monsignor Nunzio Forti, il prete di tutti

19 Maggio 2019 - 12:15

Oggi ricorre il sedicesimo anniversario della morte di Monsignor Nunzio Forti, Arciprete di Polizzi Generosa dal 1968 al 2001 e vicario parrocchiale dal 1946 al 1968, scomparso il 19 maggio del 2003. Monsignor Forti fu anche  amministratore parrocchiale delle parrocchie di Calcarelli e Nociazzi negli anni ’80.

Di origini di Isnello, era rispettato da tutti in paese: quando arrivava nella piazza centrale di Polizzi Generosa tra botteghe di alimentari, macellai e barbieri tutti si toglievano la “coppola” in segno di saluto, per un uomo così grande e stimato. Non ricordò mai le offese ricevute e non offendeva mai nessuno: onesto, caritatevole, misericordioso, non pronunciò mai parole scortesi nei confronti di alcuno; agiva sempre per il meglio e con retta coscienza.

Fu un parroco caritatevole verso i poveri. Per aiutare chi si trovava in difficoltà, aveva preso accordi con alcuni esercenti commerciali presso cui indirizzava coloro che a lui si rivolgevano per avere viveri. Un episodio molto toccante fu quello dell’arrivo della tubercolosi nel dopoguerra: allora una malattia incurabile che condannava coloro che ne erano colpiti ad essere isolati da tutti. Un giovane ragazzo di Polizzi fu costretto a stare a letto e a morire nel fiore della giovinezza a causa di questa malattia. Padre Forti, non temendo di essere contagiato, con estrema e vivissima partecipazione andava a trovarlo spesso per raccontargli ciò che avveniva nella comunità e portandogli sempre dei piccoli pensieri.

Inoltre abolì i funerali solenni, rendendoli tutti uguali. Per Pasqua e Natale andava a fare visita ai detenuti dove andava a celebrare la messa. Facciamo nostre le parole del Sindaco di allora (e anche l’attuale) per il suo saluto alla città di Polizzi: “Non le dico arrivederci, questa parola non la voglio dire. Perchè lei è polizzano e perchè lei tanto ancora darà a questa comunità” Nel 2016 è stato intitolato al sacerdote il piazzale antistante alla Madrice di Polizzi.

Altre notizie su madoniepress

Autorizzazione del Tribunale di Termini Imerese N. 239/2013

Direttore Responsabile Giorgio Vaiana

Condirettore Responsabile Michele Ferraro

redazione@madoniepress.it