Il nuovo Parco delle Rimembranze: ecco come sarà l’area verde

Redazione

Cronaca - Castelbuono

Il nuovo Parco delle Rimembranze: ecco come sarà l’area verde
40 mila euro di finanziamento. Via ai lavori a giugno

Il nuovo Parco delle Rimembranze: ecco come sarà l’area verde

26 Maggio 2019 - 10:54

Finalmente il Parco delle Rimembranze di Castelbuono si farà. I lavori partiranno a giugno 2019 e saranno a cura della Pro Loco. Il Parco presenta una estensione di circa 5 mila metri quadri. Al suo interno trovano posto un immobile, un’arena per gli spettacoli, un muro attrezzato adibito a seduta e un’ampia area a verde contornata dalla presenza di alberi a memoria dei caduti.

Da diversi decenni quest’area non è stata adeguatamente utilizzata dalla comunità castelbuonese tranne che per qualche evento estivo. Per questo, 7 anni fa, la Pro Loco, l’allora assessore Brancato, l’associazione Glenn Goul e la Consulta Giovanile si inventarono un evento, “Primo Maggio alla siciliana”, con esecuzione al Parco delle Rimembranze, per puntare i fari su questa area.

Il primo atto avviene con delibera di Giunta numero 4 del 27/1/2016 mediante la quale la Pro Loco ha avuto concesso, su sua richiesta, la disponibilità del Parco delle Rimebranze al fine di predisporre un progetto da presentare per il relativo finanziamento a Fondazione con il Sud. La progettazione, curata da Angelo Ippolito, ha previsto una serie di interventi per ridare al Parco il suo ruolo principale di polmone urbano e al contempo destinarlo a nuove funzioni che ben si armonizzano tra loro non ledendo la dignità del luogo.

La Pro Loco Castelbuono, in qualità di partner dell’Associazione capofila Glenn Gould, ha ottenuto da Fondazione con il Sud un finanziamento di 40 mila euro per realizzare un “Centro di Accoglienza turistica” nell’immobile ivi esistente e un’“Area a verde accessibile anche ai diversamente abili. Rileva che il 10% del citato finanziamento sia stato reso disponibile dall’Amministrazione comunale. In data 14/3/2019 è stato stipulato un protocollo di intesa mediante il quale il comune di Castelbuono ha autorizzato l’esecuzione dei lavori previsti nel progetto esecutivo approvato dagli Organi preposti.

E’ stato già predisposto un altro protocollo di intesa mediante il quale, alla fine dei lavori, il Parco delle Rimembranze potrà essere affidato, per la fruizione pubblica, alla Pro Loco ai sensi dell’articolo 20 del Codice degli Appalti “opera pubblica realizzata a spese del privato”. Il progetto di riqualificazione del Parco delle Rimembranze parte dalla consapevolezza che lo stesso deve inevitabilmente essere legato, e quindi farne parte come attore principale, a quella che è l’offerta turistica e culturale che Castelbuono da sempre offre al turista.

L’area, nella sua interezza, dovrà assumere un ruolo principale e di supporto alle attività turistiche. L’immobile sarà destinato, con successivo finanziamento, a “Punto di Accoglienza” del viaggiatore; in esso lo stesso riceverà informazioni sui beni culturali, architettonici e paesaggistici di cui potrà godere nel suo soggiorno. L’area a verde sarà attrezzata con tutti gli arredi necessari in modo da permettere la sosta dei turisti o dei cittadini.
Particolare attenzione sarà data al miglioramento dell’accessibilità e della visitabilità da parte dei diversamente abili; ciò avverrà realizzando dei nuovi camminamenti, con le adeguate pendenze, che permetteranno di collegare l’immobile all’area di sosta attrezzata e da questa sarà possibile raggiungere la zona dell’arena per assistere alle rappresentazioni. Sarà infine predisposta un’area ristoro con tavoli da pic nic idonei ad accogliere anche gli utenti in carrozzina. Obiettivo generale e complessivo dei lavori è quello di far in modo che il Parco delle Rimembranze diventi un “Parco inclusivo” accessibile a tutti, diversamente abili, mamme con bambini, giovani, anziani.

Altre notizie su madoniepress

Autorizzazione del Tribunale di Palermo N. 621/2013

Direttore Responsabile Giorgio Vaiana

Condirettore Responsabile Michele Ferraro

redazione@madoniepress.it