Mafia delle Madonie, stangata anche in appello: 39 condanne

Redazione

Cronaca - La sentenza

Mafia delle Madonie, stangata anche in appello: 39 condanne
La prima sezione della Corte d'appello di Palermo ha riformato la sentenza di primo grado del Gup Fabrizio Anfuso

Mafia delle Madonie, stangata anche in appello: 39 condanne

11 Ottobre 2019 - 08:57

Una stangata anche in appello con 39 condanne per la mafia madonita. Il seguito dell’operazione dei carabinieri Black Cat, continua nelle aule dei tribunali. E la prima sezione della Corte d’appello di Palermo ha riformato la sentenza di primo grado del Gup Fabrizio Anfuso, riguardante la mafia della provincia. Nel processo, denominato Black Cat, regge l’accusa, sostenuta dal pg Rita Fulantelli. Due gli assolti: Saverio Maranto, che aveva avuto 11 anni e sei mesi, e Giuseppe Vitanza (4 anni e due mesi). Ribaltate invece le assoluzioni di Salvatore Abbadessa, che ora ha avuto 11 anni, e Michele Serraino (4 anni).

I capi del mandamento di Trabia e di quello di San Mauro Castelverde, Diego Rinella e Francesco Bonomo, sono stati condannati rispettivamente a 17 anni e 8 mesi e a 11 anni e 9 mesi. L’indagine fu condotta dai carabinieri, che scoprirono che i nuovi boss erano i vecchi, gli anziani. I giudici, il presidente Adriana Piras, i consiglieri Mario Conte e Luisa Anna Cattina, hanno usato la mano pesante. Quasi del tutto rispettate le richieste dei sostituti procuratori.

L’elenco completo delle pene. Diego Rinella 17 anni e 8 mesi; Michele Modica 13 anni; Giuseppe Ingrao 9; Antonino Vallelunga 10 anni e 3 mesi; Giovanni Filippo Colletti 13 anni; Vincenzo Medica, Diego Guzzino e Salvatore Sampognaro 8 anni e 8 mesi a testa; Salvatore Palmisano 11 anni e 4 mesi; Giuseppe Libreri 13 anni e 10 mesi; Mario D’Amico 8 anni e 10 mesi; Antonino Fardella 9 anni e 4 mesi; Raimondo Virone 8 anni e 6 mesi; Massimiliano Restivo 4 anni e 10 mesi; Stefano Contino 12 anni e 8 mesi; Gandolfo Maria Interbartolo 14 anni e 4 mesi; Vincenzo Civiletto 9 anni; Giovanni Gaetano Muscarella e Giacomo Li Destri 9 anni e 1 mese ciascuno; Antonino Giuliano 2 anni; Giuseppe Rio 4 anni e 2 mesi; Silvio Napolitano e Vincenzo Calderaro 5 anni e 4 mesi a testa; Ciro Guardino 3 anni; Francesco Bonomo 11 anni e 9 mesi; Giovanni Antonio Maranto 14 anni e 11 mesi; Antonio Scola 11 anni e 9 mesi; Angelo Schittino 8 anni e 2 mesi; Santo Bonomo 8 anni; Salvatore Schittino 6 anni; Pietro Termini 4 anni e 4 mesi; Giuseppe Scaduto e Antonino Teresi 6 anni ciascuno; Mariano Parisi 11 anni; Vincenzo Sparacio 10 anni; Vincenzo Vassallo 9 anni; Francesco Cerniglia 6 anni; Salvatore Abbadessa 11 anni; Michele Serraino 4 anni.

Altre notizie su madoniepress

Autorizzazione del Tribunale di Termini Imerese N. 239/2013

Direttore Responsabile Giorgio Vaiana

Condirettore Responsabile Michele Ferraro

redazione@madoniepress.it