Uccide la compagna con un colpo di fucile, arrestato gangitano al nord

Michele Ferraro

Cronaca

Uccide la compagna con un colpo di fucile, arrestato gangitano al nord
L'uomo di 47 anni aveva già diversi precedenti per violenza. Madonita anche la vittima

Uccide la compagna con un colpo di fucile, arrestato gangitano al nord

19 Aprile 2020 - 13:50

Le indiscrezioni circolavano già da qualche ora. Adesso arriva la conferma ufficiale: l’autore dell’omicidio di Albignano è Antonio Vena, nato e cresciuto a Gangi e poi trasferitosi al nord italia. La compagna, Alessandra Cità, anche lei madonita, barbaramente uccisa con un colpo di fucile alla testa aveva 47 anni , tanti quanti il marito che poi si è costituito ai carabinieri.

E’ successo ad Albignano, un paesino alle porte di Trucazzano, nel Milanese. Intorno alle 2, la scorsa notte, l’uomo si è presentato alla Caserma dei Carabinieri di Cassano d’Adda dicendo “Ho ucciso mia moglie”. Il femminicidio sarebbe avvenuto per motivi di gelosia. Il cadavere della vittima è stato trovato in camera, riverso sul letto. Il fucile a pompa calibro 12 era sul posto. La relazione fra i due andava avanti da nove anni. Al momento l’uomo si trova in caserma per l’interrogatorio da parte del pm di turno. Antonio Vena non è nuovo ad episodio di estrema violenza ed negli anni scorsi era stato più volte denunciato per condotte violente e criminali nei confronti della ex convivente. Nonostante le diverse denunce a carico e le condotte violente accertate e reiterate negli anni, tanto in Sicilia quanto dopo il trasferimento al Nord, l’uomo non è mai stato messo veramente nelle condizioni di non fare male. Così, come troppo spesso accade, anche questa volta le manette sono scattate solo a dramma consumato.

Altre notizie su madoniepress

Autorizzazione del Tribunale di Termini Imerese N. 239/2013

Direttore Responsabile Giorgio Vaiana

Condirettore Responsabile Michele Ferraro

redazione@madoniepress.it