Il Gangi Calcio sbatte contro il Marina di Ragusa, addio alla finale di Coppa

Michele Ferraro

Sport

Il Gangi Calcio sbatte contro il Marina di Ragusa, addio alla finale di Coppa

Il Gangi Calcio sbatte contro il Marina di Ragusa, addio alla finale di Coppa
18 Aprile 2018 - 19:58

Gangi Calcio – Marina di Ragusa 0-2

Marcatori: PT 8’ e 31’ Ascia

Gangi Calcio: Parisi, Trapani (8’ ST Raccuglia), Giglio, Ceraulo, Attinasi, Marguglio, Tumminaro (31’ Scavuzzo), Fazio, Sferruzza, Ferrante, Grimaudo. A disp.: Corradino, Giordano, Rizzo. All.: Comito

Marina di Ragusa: Cavone, Carnemolla, Cuvà, Iozzia (35’ PT Gatto Rotondo), Pianese, Puglisi, D’Agosta, Pellegrino, Ascia (40’ ST Passewe), Arena D. (31’ Sella), Baldeh. A disp.: Barbera, Bologna, Ferrara, Arena A. All.: Utro.

Arbitro: Nuckchedy di Caltanissetta

Tre giorni da dimenticare per il popolo biancorosso. Dopo l’addio al sogno di vincere il campionato, sfumato domenica scorsa nei minuti di recupero dello storico derby con il Gearci, anche la chance di vincere la coppa viene bruciata dal Marina di Ragusa. Agli ospiti bastano due rasoiate del cecchino Davide Ascia per mettere in ghiaccio il passaggio alla finale già alla mezz’ora del primo tempo. Il 2-1 dell’andata lasciava ben sperare i madoniti ma il sogno di conquistare la coppa, e con essa il salto in Eccellenza, si è infranto al cospetto di una squadra apparsa oggi decisamente più forte. C’è da dire comunque che i biancorossi non hanno demeritato, mettendo alla prova più di una volta Cavone e la formidabile coppia di centrali composta da Pianese e Puglisi, ma al primo tiro in porta gli ospiti vanno in vantaggio: Ascia, imbeccato sul filo del fuorigioco da Arena con un perfetto diagonale supera Parisi, complice il ritardo di Marguglio. Il Gangi torna a spingere alla disperata ricerca del pareggio ma al 31’ Baldeh serve una palla lenta e precisa per Ascia che in area ha tutto il tempo e lo spazio per prendere la mira, calibrare il tiro e insaccare per la seconda volta il pallone. Paura al 35’ per un fallo di Giglio su Iozzia, il centrocampista ragusano ha la peggio ed è costretto ad abbandonare il campo in ambulanza. Per fortuna le condizioni del giocatore non destano preoccupazioni. All’inizio del secondo tempo il Gangi preme sull’acceleratore ed al 4’ si rende pericoloso prima con Sferruzza e poi con Fazio, i biancorossi reclamano anche il rigore per un fallo di mani in area non ravvisato da Nuckchedy. Il Marina di Ragusa tenta di addormentare la partita sfruttando lo stress fisico e mentale degli avversari, reduci dal un dispendioso e sfortunato derby con il Geraci. Al 22’ prima Arena e poi Ascia chiamano in causa Parisi. Al 28’ iniziativa di Sferruzza che in palleggio tenta di sorprendere Cavone dal limite dell’area, ma l’estremo difensore para. Al 38’ l’ultimo accento del Gangi con il tiro di Marguglio deviato in corner ed i successivi tentativi in area di Attinasi e Caraulo, ma la palla non riesce a farsi strada fra la mischia. Al 40’ Ascia viene sostituito fra gli applausi del Raimondi, al suo posto Passewe. Finisce 2-0, il Marina di Ragusa è in finale, il Gangi brucia la seconda carta per accedere in Eccellenza. Non tutto è perduto, c’è ancora un asso nella manica di Giovanni Comito da giocare fra qualche settimana nella finale play off.

Altre notizie su madoniepress

Autorizzazione del Tribunale di Termini Imerese N. 239/2013

Direttore Responsabile Giorgio Vaiana

Condirettore Responsabile Michele Ferraro

redazione@madoniepress.it