Raccolta differenziata, dati in crescita nelle Madonie. Boom di Scillato che sfiora il 73%

Michele Ferraro

Cronaca

Raccolta differenziata, dati in crescita nelle Madonie. Boom di Scillato che sfiora il 73%

Raccolta differenziata, dati in crescita nelle Madonie. Boom di Scillato che sfiora il 73%
24 Ottobre 2018 - 12:10

Dopo il calo della percentuale di raccolta differenziata, quasi fisiologico, registrato nel mese di agosto, torna a salire il dato raggiungendo, per quanto riguarda i comuni serviti dall’Ama un ragguardevole 49,25%. Siamo ancora lontani dall’obiettivo minimo del 65% imposto ai comuni italiani dal Testo unico ambientale, ma il trend è positivo. Migliora, ed anche di molto il dato della Sea relativo ai comuni di Lascari e Campofelice, quest’ultimo, dopo le difficoltà registrare nel mese di agosto (21% di differenziata) fa un bel balzo e, per la prima volta nella sua storia, si attesta sopra il 30%. Ma se c’è un Comune che nel mese di settembre ha compiuto un vero miracolo si tratta di Scillato che dal 46,28% del mese di agosto è arrivato addirittura al 72,94%, superando abbondantemente non solo la prescrizione del testo unico ma anche le nuove tendenze che nelle regioni più virtuose, come ad esempio la Toscana, hanno innalzato fino a quota 70% l’obbiettivo da raggiungere entro la fine del 2018.

“Siamo veramente soddisfatti – afferma il sindaco di Scillato Giuseppe Frisa – la fase di comunicazione ha reso tanto, ringrazio l’Ama, i lavoratori che garantiscono un buon servizio ma soprattutto ringrazio i miei concittadini che ancora una volta dimostrato non solo una grande sensibilità nei confronti dell’ambiente ma anche di aver capito bene che differenziando si risparmia, voglio ricordare che già con la precedente gestione riuscivamo a registrare ottimi dati anche nella raccolta differenziata dell’umido, segno di una cultura ormai consolidata per la nostra comunità”.

Ottima performance del comune di Pollina, che raggiunge quota 72,17 e sfiora il primato. Bene anche il comune di Caltavuturo che dal 50,20% del mese scorso raggiunge quota 67,43%, entrando così nella nostra “lista verde”, cioè quella dei comuni del comprensorio che superano quota 65%. Ottima anche la performance di Castellana Sicula che sale di oltre 15 punti percentuali rispetto al mese di agosto, sfiorando il 60%. Occhi puntati anche sul Comune di Petralia Sottana che da tartaruga si è trasformata in lepre passando dal 19,90% del mese di luglio al 52,45% del mese di settembre, un +32% che rappresenta il trend migliore fra tutti comuni presi in esame negli ultimi 3 mesi.

In generale si registra quindi un miglioramento con tanti altri comuni che mostrano una tendenza positiva, fra questi ad esempio Gangi, Petralia Soprana, Geraci Siculo e Polizzi Generosa. Ma ci sono anche comuni che fanno dei passi indietro, come Alimena ad esempio che, pur sfiorando soglia 65% continua a perdere punti e, per la prima volta, perde il comando di questa nostra classifica. Il dato peggiore però questo mese lo fa registrare il comune di Sclafani Bagni che a settembre scende di ben 15 punti percentuali nel dato della raccolta differenziata rispetto al mese di agosto.

LA CLASSIFICA

Scillato 72,94% 

Pollina 72,17 

Caltavuturo 67,43%

Collesano 65.48%

Alimena 64.65%

Castellana Sicula 59,83%

Sclafani Bagni 56,63%

Lascari 56%

Valledolmo 55,56%

Castelbuono 55,04%

Bompietro 52,57%

Petralia Sottana 52,45%

Blufi 50,63%

San Mauro Castelverde 50,19%

Gangi 42,33

Petralia Soprana 41,51%

Geraci Siculo 40,90%

Polizzi Generosa 40,47%

Alia 31,54%

Campofelice 30,77%

Cefalù 23%

Altre notizie su madoniepress

Autorizzazione del Tribunale di Termini Imerese N. 239/2013

Direttore Responsabile Giorgio Vaiana

Condirettore Responsabile Michele Ferraro

redazione@madoniepress.it