L’ultima carta prima di scomparire: a Termini il corteo degli ex operai Blutec

Redazione

Cronaca - TERMINI IMERESE

L’ultima carta prima di scomparire: a Termini il corteo degli ex operai Blutec
Da Carini alle Madonie tutti uniti in solidarietà contro il dramma dei lavoratori della Blutec di Termini Imerese in una zona emblematica della deindustrializzazione del territorio

L’ultima carta prima di scomparire: a Termini il corteo degli ex operai Blutec

20 Marzo 2019 - 10:10

Il grande sciopero prosegue. Gli operai dell’ormai ex Blutec non hanno nessuna intenzione di mollare e sono pronti a dare battaglia. “E’ vergognoso quello che sta accadendo alla Blutec. Il rilancio dello stabilimento si è trasformato nell’ennesima beffa per i lavoratori, che alla fine si ritrovano a pagare le spese della mala gestione manageriale – dicono i segretari generali palermitani dei metalmeccanici di Fiom, Fim e Uilm Angela Biondi, Ludovico Guercio e Vincenzo Comella – Il governo deve intervenire convocando al più presto tutte le parti per impedire l’ennesimo disastro industriale in un territorio già fortemente penalizzato. Tutti i lavoratori metalmeccanici di Palermo e della provincia, da Carini alle Madonie, sono solidali con il dramma che stanno vivendo i lavoratori della Blutec di Termini Imerese, in una zona emblematica della deindustrializzazione da tempo in corso in tutto il nostro territorio”.

Domani quindi si tornerà in piazza, a pochi giorni dall’altro sciopero di qualche giorno fa,  per provare ad ottenere risposte che fino ad ora non sono mai arrivate. Domani è previsto un lungo corteo che sfilerà davanti ai cancelli dell’ormai ex stabilimento Blutec, ex fabbrica Fiat, ex macchina dei sogni.

Altre notizie su madoniepress

Autorizzazione del Tribunale di Palermo N. 621/2013

Direttore Responsabile Giorgio Vaiana

Condirettore Responsabile Michele Ferraro

redazione@madoniepress.it