Studente vittima ripetuta di bullismo, dirigente scolastico finisce a processo

Redazione

Cronaca - CEFALU'

Studente vittima ripetuta di bullismo, dirigente scolastico finisce a processo
A giudizio, Domenico Castiglia, preside della Scuola Media "Rosario Porpora"

Studente vittima ripetuta di bullismo, dirigente scolastico finisce a processo

30 Marzo 2019 - 09:50

E’ iniziato, presso il Tribunale di Termini Imerese, davanti al giudice monocratico Daniela Mauceri, il processo a carico di Domenico Castiglia, preside della Scuola Media “Rosario Porpora” rinviato a giudizio per omissione di denuncia nell’ambito della nota vicenda del ragazzo di 12 anni che, lo scorso 11 dicembre, aveva tentato di darsi fuoco proprio all’interno dei locali dell’Istituto perchè stanco delle parole di scherno e degli atti di bullismo che subiva ripetutamente da un gruppetto di compagni che lo avevano preso di mira a causa del suo sovrappeso.

Il preside informato dell’accaduto non avrebbe sporto denuncia ai Carabinieri che, venuti a conoscenza del gesto estremo del ragazzo, scongiurato dal pronto intervento di una docente, hanno aperto un fascicolo che adesso vede rinviato a giudizio il dirigente scolastico, con la costituzione di parte civile dei genitori del ragazzo.

A rendere più triste la vicenda c’è un’altra circostanza: neanche il clamore mediatico che aveva accompagnato la vicenda è valso a far desistere alcuni compagni di scuola dagli atti di bullismo, tanto che uno dei “bulli” aveva caricato su Youtube due video rap con invettive contro il compagno, indicandolo come una falsa vittima.

“Sono convinto che non sia stato un caso di bullismo” si legge in una dichiarazione del preside  riportata dal Giornale di Sicilia. “Talvolta si ricorre a questo termine impropriamente. Confermo che si tratta di un caso di disagio psichico che la scuola ha affrontato dal punto di vista pedagogico coinvolgendo i servizi territoriali dell’Asp”. Dichiarazione che ha mandato su tutte le furie i genitori del ragazzo che hanno denunciato il preside per diffamazione e lesione del diritto alla privacy.

Altre notizie su madoniepress

Autorizzazione del Tribunale di Palermo N. 621/2013

Direttore Responsabile Giorgio Vaiana

Condirettore Responsabile Michele Ferraro

redazione@madoniepress.it