Il giallo dei due sub morti: forse erano corrieri della droga

Redazione

Cronaca - Indagano 5 Procure

Il giallo dei due sub morti: forse erano corrieri della droga
La mancanza di denunce di scomparsa avvalora la tesi della pista illegale

Il giallo dei due sub morti: forse erano corrieri della droga

12 Gennaio 2020 - 17:25

Cominciano a costruirsi le prime ipotesi intorno al giallo del ritrovamento dei cadaveri di due sub, non ancora identificati, recuperati nei giorni scorsi tra Cefalù e Castel di Tusa (Cadavere di un sub nella spiaggia di Tusa, è il terzo in pochi mesi). Secondo gli inquirenti la strana circostanza potrebbe essere legata al ritrovamento di alcuni carichi di hashish in diverse spiagge siciliane. Sulla vicenda stanno indagando, oltre a quella di Termini Imerese, altre quattro procure: Agrigento, Trapani, Patti e Messina.

I due sub, ripescati tra il 31 dicembre e l’8 gennaio, avevano le mute addosso e alcuni grossolani tatuaggi sul corpo. Una addirittura, come riporta il giornale di sicilia, indossava delle scarpe da ginnastica.

La circostanza che non sia stata presentata nessuna denuncia di scomparsa avvalora la tesi della pista illegale. L’ipotesi degli inquirenti è che quei due morti, recuperati a 30 chilometri di distanza uno dall’altro, si trovassero sulla stessa imbarcazione che stava trasportando un grosso carico di hashish, finito in mare a causa delle tempeste dei giorni scorsi.

Altre notizie su madoniepress

Autorizzazione del Tribunale di Termini Imerese N. 239/2013

Direttore Responsabile Giorgio Vaiana

Condirettore Responsabile Michele Ferraro

redazione@madoniepress.it