Coronavirus, treni ridotti dell’80 per cento. L’assessore Falcone: “Necessario”

Redazione

Regione - Nuove limitazioni

Coronavirus, treni ridotti dell’80 per cento. L’assessore Falcone: “Necessario”
La misura si è resa necessaria per contrastare l'epidemia da coronavirus

Coronavirus, treni ridotti dell’80 per cento. L’assessore Falcone: “Necessario”

19 Marzo 2020 - 12:55

Da oggi è stato ridotto il traffico ferroviario in Sicilia. La misura, spiega l’asessore regionale ai trasporti Marco Falcone, si è resa necessaria per contrastare l’epidemia da coronavirus. “Il Governo Musumeci di concerto con Trenitalia ha disposto la sospensione dell’80 per cento delle corse ferroviarie dell’Isola – spiega Falcone – La misura si è resa necessaria per ridurre allo stretto indispensabile gli spostamenti di persone nella Regione via treno, così da abbattere ancora le occasioni di potenziale contagio”.

Sui rimborsi ai viaggiatori, l’assessore precisa: “Per quanto riguarda i ristori all’utenza, siamo a lavoro con Trenitalia per trovare delle opportune soluzioni di rimborso per gli abbonati. Ai siciliani va ricordato che questo è il momento della responsabilità e del buon senso. Siamo tutti chiamati al rispetto delle restrizioni, a non uscire di casa se non quando non se ne può fare a meno, per battere il coronavirus e metterci alle spalle questa drammatica emergenza”. Tutti i dettagli delle corse sospese e delle corse che restano in vigore sono disponibili sul sito web di Trenitalia.

Sulla vicenda è intervenuto il comitato pendolari siciliani-ciufer: “Chiediamo di conoscere quali sono gli intendimenti che l’Assessorato Regionale ai Trasporti vorrà intraprendere per venire incontro all’utenza pendolare che avendo acquistato biglietti, abbonamenti mensili/annuali che non ha potuto utilizzare per i motivi di cui tutti siamo a conoscenza e per le motivazioni su esposte”.

Altre notizie su madoniepress

Autorizzazione del Tribunale di Termini Imerese N. 239/2013

Direttore Responsabile Giorgio Vaiana

Condirettore Responsabile Michele Ferraro

redazione@madoniepress.it