Cefalù, approvato il finanziamento per il restauro dell’antico “Mercato del Pesce”

Redazione

Cronaca - Lavori per 359 mila euro

Cefalù, approvato il finanziamento per il restauro dell’antico “Mercato del Pesce”
Finanziato in parte da un mutuo con la Cassa Depositi e Prestiti e in parte da fondi Feamp

Cefalù, approvato il finanziamento per il restauro dell’antico “Mercato del Pesce”

04 Settembre 2020 - 10:26

Approvato il finanziamento per il restauro dell’antico “Mercato del Pesce” di Cefalù. A darne notizia è il sindaco Rosario Lapunzina, che spiega che la “Giunta comunale ha approvato la delibera con la quale si stabilisce il diverso utilizzo di un mutuo stipulato con la Cassa Depositi e Prestiti, grazie al quale sarà possibile procedere all’esecuzione di lavori di restauro e rifunzionalizzazione del Mercato del Pesce del Comune in via Giovanni Amendola”.

Il progetto definitivo è stato redatto dal Settore lavori pubblici ed ammonta ad 359.380 euro. I lavori sono finanziati in parte con i fondi del Programma operativo Feamp Sicilia 2019/2020, misura 4.63 “Attuazione di strategie di sviluppo locale di tipo partecipativo”, Servizi 4 “Sviluppo locale e identità della pesca mediterranea“, per un importo pari a 160.000 euro. La restante somma pari a 199.380 euro verrà impegnata con il mutuo concesso dalla Cassa Depositi e Prestiti di cui si è chiesto il diverso utilizzo.

Lo storico Mercato del Pesce, adiacente all’Osterio Magno, in via Giovanni Amendola, è un monumento che testimonia il forte legame tra Cefalù e la tradizione marinara legata alla pesca. I lavori consentiranno di ridare nuova vita ad uno degli angoli più suggestivi del centro storico. “Il valore storico-culturale del luogo – spiega il sindaco Lapunzina – si coniuga con la sua valenza demo-etno-antropologica. Il restauro permetterà di far rivivere un edificio che, per i cefaludesi, è un luogo dell’anima e che per il visitatore diviene testimonianza autentica del legame tra Cefalù e il mare. Espressione autentica di una tradizione peschereccia che diviene ponte tra passato e futuro.

Altre notizie su madoniepress

Autorizzazione del Tribunale di Termini Imerese N. 239/2013

Direttore Responsabile Giorgio Vaiana

Condirettore Responsabile Michele Ferraro

redazione@madoniepress.it